Eventi
Eventi

VII Stagione di Musica da Camera 2013-2014 al Teatro CRAL ENI di Livorno

Dal 10/10/2013 al 12/04/2014

7 concerti sui diversi linguaggi e modi espressivi della musica da camera
Al termine del concerto sarà offerto un buffet

Giovedì 10 ottobre alle ore 19
, al Teatro CRAL ENI di Livorno sarà inaugurata la VII Stagione di Musica da Camera 2013-2014, manifestazione nata sette anni fa con l'obiettivo di sensibilizzare i giovani e gli adulti ai tanti linguaggi ed espressioni della musica da camera nei diversi stili (classica, popolare, Jazz, contemporanea) e con grande varietà nelle formazioni vocali e strumentali, valorizzando sia complessi esterni che gruppi locali, con costante ricerca della qualità. Anche il cartellone di quest'anno ha mantenuto gli obiettivi, addirittura potenziandoli.

Sono programmati ben sette appuntamenti che si terranno ogni mese, o il giovedì alle 21 o il sabato alle 18. Due di essi, secondo consuetudine, saranno presentati anche al mattino a favore della partecipazione delle scuole, ogni anno presenti a riempire il teatro.

Appuntamenti significativi, allettanti ed eterogenei, organizzati dal Circolo Eni e programmati dall'Associazione Culturale ConcertArti con la direzione Artistica di Renata Sfriso che inizieranno giovedì 10 ottobre alle 19 con una ricca novità: gli artisti dell'Associazione Culturale ConcertArti ed alcuni loro generosi amici offriranno una serata di teatro, letture e tanta musica. L'adesione di musicisti, attori, scrittori, artisti per professione o per diletto è stata entusiastica: vedremo alternarsi sul palco circa venti persone, presenti con tutta la loro passione e il loro spirito, in un programma “a sorpresa”. La serata inizierà alle 19 per terminare intorno alle 22 e il pubblico potrà rimanere tutto il tempo che desidera con l'unica avvertenza di aspettare la fine del brano in corso prima di uscire. Durante la serata, sarà offerto un piccolo ristoro grazie alla sezione soci Unicoop Tirreno di Livorno. La giovane associazione culturale ConcertArti, attiva dal 2011 con cicli di concerti, lezioni-concerto, spettacoli per studenti, conferenze, gite culturali, raccoglierà quanto il pubblico vorrà offrire a sostegno della sua attività.

Sabato 9 novembre alle 18 è invitato “Il fabbro armonioso”, ensemble proveniente dalla Lombardia che ha al suo attivo centinaia di concerti in tutta Italia, e che ci accompagnerà lungo il glorioso settecento musicale italo-tedesco con l'affascinante e raro colore dell'oboe e del violino barocco e della versatile spinetta.

Giovedì 12 dicembre alle 21 il noto coro livornese Rodolfo Del Corona, diretto da Luca Stornello, ci delizierà con la sua raffinatezza, apprezzata anche all'estero.
Ma non sarà l'unico coro, né l'unico appuntamento di questo mese, infatti, sabato 21 dicembre alle 21 offriremo per la prima volta ai nostri appassionati il “concerto di Natale”, ad ingresso gratuito, che avrà luogo alla Chiesa di San Benedetto, in piazza XX Settembre. L'Accademia Vocale città di Livorno, corale livornese diretta da Daniela Contessi, vivamente presente sul territorio e molto apprezzata, insieme al soprano Claire Briant ed al gruppo da camera “Open Ensemble” proporranno un ventaglio ampio di possibilità: dai soli archi, al coro accompagnato dall'orchestra, al soprano solista con coro e orchestra.

Sabato 1 febbraio alle 10. 30 con replica alle 18 l' Ensemble Phalèse la nota voce di Nadia De Sanctis farà ascoltare “Ti parlerò d'amor” e molte altre belle canzoni italiane degli anni '40, dense di speranze e illusioni e di desiderio di cambiamento per poter sopravvivere alla rovina della Seconda Guerra Mondiale. Riteniamo che questa proposta, oltre che molto piacevole, sia una chiave in più per poter leggere la realtà di quel momento storico e del successivo, per questo lo dedichiamo, al mattino in particolare alle classi che hanno in programma questo periodo.

L'incontro di giovedì 6 marzo che si configura come una lezione-concerto, avrà due rappresentazioni, alle 10.30 con replica alle 21: il compositore e chitarrista livornese Marco Lenzi, in collaborazione col tastierista-compositore Claudio Laucci, evidenzierà gli elementi di divisione e di vicinanza  esistenti tra la musica classica e quella pop, due modi diversi di pensare e di esprimere la musica, ma con incredibili analogie e influenze reciproche. Un tema interessante per adulti e studenti.

L'ultimo concerto in cartellone concluderà degnamente la stagione con una ventata di primavera: sabato 12 aprile, alle 18 il Quartetto Estudiantina Bergamo, ci porterà, al suono del mandolino, della mandola e del meno conosciuto “mandoloncello”, dalla tradizione musicale napoletana e bergamasca nata nel 1600 a quella della prima metà del 1900. Sarà una vera scoperta per i più. Anche in quell'epoca, come oggi,  era molto apprezzato divertirsi a fare musica in compagnia e fiorivano gruppi  e addirittura orchestre di strumentisti a plettro, a cui compositori-mandolinisti e chitarristi di professione dedicavano, lavori impegnati, ma soprattutto nuove musiche amabili e leggere come danze, canzoni e melodie.


PROGRAMMA:

Giovedì 10 ottobre, ore 19
INAUGURAZIONE DELLA VII STAGIONE DI MUSICA DA CAMERA

UNA SERATA NON STOP CON MUSICA, TEATRO, LETTURE E FANTASIA
A cura degli artisti dell'Associazione Culturale ConcertArti e loro amici
Musiche di: J. S. Bach, M. Castelnuovo – Tedesco, G. Fauré,  R. Gnattali, A. Glazunov,  E. Granados, J. Macmillan, D. Milhaud, G. Rossini, N. Rota, C. Saint-Saens, F. Schubert, O. Singer
Testi di: Franca Rame, Marco Rodi, Sonia Salvini e Elisabetta Furini, Danila Talamo, Milena Vox
Ingresso: offerta a favore dell'attività culturale di ConcertArti

Sabato 9 novembre, ore 18
LA TRIO SONATA NELLA GERMANIA DEL XVIII SECOLO
Ensemble Il fabbro armonioso
Musiche di: G. Finger, A. Vivaldi, F. Gasparini, G. Ph. Telemann, G. F. Haendel

Giovedì 12 dicembre, ore 21
ALLEGRO CANTABILE – Divertimenti armonici per una sera d'inverno
Coro R. Del Corona Luca Stornello direttore
Dal Rinascimento al '900: le diverse espressioni della musica vocale

Sabato 21 dicembre, ore 21 - Chiesa di San Benedetto, piazza XX Settembre, Livorno
CONCERTO DI NATALE per soli, coro e archi
Accademia Vocale città di Livorno
Daniela Contessi direttore, Claire Briant soprano, Open Ensemble
Musiche di: A. Vivaldi, G. Ph. Telemann, W. A. Mozart, F. Schubert, G. Fauré
Ingresso libero

Sabato 1 febbraio, ore 10.30 e ore 18
TI PARLERÒ D'AMOR - Le canzoni italiane degli anni '40
Ensemble Phalèse Nadia De Sanctis voce

Giovedì 6 marzo, ore 10.30 e ore 21
CLASSICA E POP: UN DIALOGO POSSIBILE - Stili, linguaggi, tecniche a confronto
A cura di Marco Lenzi. Alla tastiera Claudio Laucci

Quali rapporti ci sono tra musica classica e musica pop?
Al di là delle differenze di genere, di linguaggio e di stile, i due universi musicali si distinguono per l’approccio generale alla musica, per la forma mentis del musicista che opera nei rispettivi domini e rispetto al ruolo socio-culturale che rivestono. Ma vi sono anche delle sorprendenti analogie, evidenti soprattutto nelle influenze reciproche che hanno segnato lo scenario musicale degli ultimi quarant’anni. Esamineremo qui alcune tracce di tali influenze per proporle alla riflessione del pubblico.

Claudio Laucci, è un pianista e compositore livornese. Laureato in Cinema, Musica e Teatro, ha compiuto studi musicali presso il conservatorio ‘G. Puccini’ di La Spezia. Ha suonato con Le Gorille, Bad Love Experience e suona, saltuariamente, con Bobo Rondelli. Ha curato la parte musicale di molti video e spettacoli teatrali ed è inoltre autore di due brani strumentali per il film La Prima Cosa Bella di Paolo Virzì.

Marco Lenzi, nato a Livorno, si è diplomato in chitarra con Flavio Cucchi all’Istituto ‘Mascagni’ di Livorno e si è laureato in filosofia con Aldo Giorgio Gargani all’Università di Pisa. Dedicatosi alla composizione e alla ricerca musicologica, ha al suo attivo una cinquantina di brani che sono stati eseguiti in Italia, Germania, Regno Unito e Stati Uniti, e saggi pubblicati su varie riviste musicali (Musica/Realtà, MusikTexte, Nuova Civiltà delle Macchine, Quaderni di Octandre, tra le altre), incentrati perlopiù sulla musica del Novecento.
È autore, inoltre, della prima monografia italiana su Morton Feldman, uscita nel 2009
nella collana ‘Le Sfere’ di Ricordi-Lim.

Sabato 12 aprile, ore 18
L'ARTE DEL MANDOLINO - Musica per quartetto a plettro tra Ottocento e Novecento
Quartetto Estudiantina Bergamo: Marina Ferrari e Chiara Perini, mandolino; Mario Rota, mandola; Michele Guadalupi, chitarra e mandoloncello
Musiche di: C. Munier, A. Amadei, G. Sartori, R. Calace

Il quartetto di strumenti a plettro Estudiantina Bergamo ci proporrà musiche napoletane e bergamasche,  popolari e salottiere, con la suggestione speciale degli strumenti a plettro, strumenti popolari, coltivati fin dal Medioevo da appassionati e amatori, che tra Ottocento e Novecento hanno ricevuto il contributo di musicisti e compositori professionisti come i napoletani Carlo Munier e Raffaele Calace, Amadeo Amadei e Giacomo Sartori. Dunque una proposta rara e curiosa, un pomeriggio da non perdere.



Abbonamento per 5 concerti: Soci Cral Eni, Coop e ConcertArti € 25; intero € 35 – Dal 1° ottobre.
Ingresso: Studenti € 3 - Soci Cral Eni, Coop e ConcertArti € 6 - Intero € 8 - Prevendita a partire da 7 giorni prima del concerto presso Teatro Cral Eni Livorno

tag

zone

organizzato da

Cral Eni Livorno

Viale Ippolito Nievo, 38
Livorno
Telefono: 0586 401308

www.cralenilivorno.it

concertarti@gmail.com

location

    Torna all'elenco

    Eventi

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it