Cenni storici
Cenni storici

Storia di Pistoia

Pistoia (anticamente chiamata Pistorium, Pistoriae o Pistoria), di fondazione romana, è situata probabilmente su un precedente insediamento etrusco.
Veniva usata nel II secolo a.C. da Roma per appoggiare le truppe romane in lotta contro i Liguri.

Nel V secolo importante sede vescovile.
Fu conquista dai Goti, Ostrogoti, Bizantini, Longobardi e Franchi.

Sotto la dominazione longobarda Pistoia ebbe inizio un discreto sviluppo demografico ed economico.

Nel 1105 divenne libero comune.
Nel 1117 venne stilato e approvato lo statuto dei consoli del Comune di Pistoia, la più antica raccolta scritta di leggi e regolamenti dell'età comunale, a noi pervenuta.

Pistoia fu a lungo alleata di Pisa e di Siena.
La posizione geografica, nel crocevia di grandi direttrici commerciali, consentì a Pistoia di divenire celebre a livello nazionale e internazionale per le attività bancarie e finanziarie. Gli Ammannati, i Panciatichi, i Cancellieri e i Vesconti sono tra le famiglie pistoiesi più importanti di mercanti-banchieri.

L'11 aprile 1306, dopo un assedio di undici mesi, Pistoia si arrese ai nemici di sempre, i fiorentini e i lucchesi, perdendo così la propria autonomia.
I numerosi tentativi di ribellione dei pistoiesi furono, di volta in volta, soffocati nel sangue.

Con la nascita del Granducato di Toscana, sotto la signoria medicea, Pistoia ritornò ad essere un importante nodo politico e culturale, con la nascita di circoli o accademie: la più importante fu l'Accademia dei Risvegliati fondata da monsignor Felice Cancellieri e dal nobile Federigo Manni.
Nei salotti delle case nobiliari si recitavano poemi, poesie e prose e ampio spazio veniva dato alla musica.

Alla fine del XVII secolo fu costruito un teatro dove ebbe sede l'accademia sino alla sua estinzione avvenuta nel secolo scorso.

A partire dalla seconda metà del Settecento, con l'arrivo dei Lorena, Pistoia conobbe un significativo risveglio sociale, culturale ed economico.
Nell'Ottocento la realizzazione delle linee ferroviarie favorirono lo sviluppo industriale della città.
Nel 1861 Pistoia, come il resto della Toscana, venne annessa al Regno d'Italia. Nel 1927 Pistoia divenne provincia.

 

tag

location

    Torna all'elenco

    Leggi anche
    Territorio

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it