Arte
  • Fonte Gaia

Jacopo della Quercia

Jacopo della Quercia
Nasce a Siena nel 1374 circa
Muore a Siena il 21 ottobre 1438

Jacopo di Pietro d'Agnolo di Guarnieri detto Jacopo della Quercia è stato un illustre scultore del primo Rinascimento (1400).

Sviluppò la grande lezione scultorea dei Pisano (Giovanni, Nicola, Andrea ), anticipando le forme robuste e drammatiche di Michelangelo (di cui fu precursore), ma seppe anche raggiungere, nelle sue sculture, tratti di eleganza suprema.

Tali tratti si possono notare nella sua prima opera: Monumento funebre di Ilaria del Carretto, custodita nel Duomo di Lucca.

In questa opera, definita una delle più belle del primo Rinascimento, viene raffigurato il ritratto dolce ed elegante della giovane moglie del signore di Lucca Paolo Guinigi, morta di parto a soli venticinque anni.
Il corpo della donna non si trova, però, nel sarcofago ma nella cappella di famiglia.

Altre opere da ricordare sono:
- le Storie della Genesi e dell'Infanzia di Cristo che  ornano il Portale di S. Petronio a Bologna
- la Fonte Gaia nella Piazza del Campo di Siena, dove l'architettura è in funzione della scultura
- la Formella per il Fonte battesimale di Siena

Jacopo della Quercia ebbe un carattere inquieto e un'esistenza tormentata.
Fu spesso costretto a spostarsi da una città all'altra, sollecitato da intimazioni e minacciato di multe.

Alla sua morte fu sepolto nel chiostro della Chiesa di S.Agostino a Siena.


(un grande ringraziamento a Giacomo Di Dio per la paziente ricerca)

tag

location

    Galleria Fotografica

    • Fonte Gaia

    approfondimenti

    Una giornata a Siena

    Torna all'elenco

    Rubriche

    Copyright© by Itinerari in Toscana | P.iva 01776560979 | Web www.itinerarintoscana.it | Email staff@itinerarintoscana.it